24 fotogrammi in 4 parole


A Firenze fanno spazio agli artisti. Viventi.
giugno 7, 2008, 4:27 pm
Filed under: città, segni urbani | Tag: , , ,

Firenze è una città d’arte anche per gli artisti contemporanei. E pace all’anima – suprema – di Leonardo, Giotto e Brunelleschi. In controtendenza rispetto all’idea di Firenze come luogo-museale in cui gli spazi “d’arte” sono solo luoghi per turisti affamati di cartolini e souvenirs, nasce Artsenal63 uno spazio esclusivamente dedicato alle esigenze degli artisti.

Artsenal63 nasce dall’idea di Clarice Plana, col patrocinio del Ministero del Lavoro, della Regione Toscana, della Provincia di Firenze e col contributo dell’UE, ed è il primo spazio operativo per l’artista contemporaneo. Il progetto, assolutamente innovativo, è il primo a Firenze. Ha una metratura complessiva di circa 400 mq, caratteristica che lo rende idoneo per essere utilizzato come struttura modulare polivalente, adattabile alle necessità di lavoro di artisti professionisti, ma anche per chi fa arte per passione o svago.

Artsenal 63 offre un insieme di servizi all’artista, che potrà affittare uno spazio anche solo temporaneo, attrezzato per realizzare il proprio lavoro, indipendentemente dalla tecnica praticata, senza doversi sobbarcare oneri economici troppo alti. Anche le piccole compagnie teatrali o le piccole produzioni di arti visive, possono usufruire della struttura.

In attesa delle foto, vi segnalo il prossimo appuntamento che si tiene all’Artsenal63 il prossimo martedì:
(ore 21), performace live (MIXED MEDIA LIVE) di Selfish, video artista e visual designer. La sua presentazione è visibile sul sito http://www.a63.it


7 commenti so far
Lascia un commento

Stappata bottiglia. Stop. Very good. Stop. Soy muy feliz por Arsenal63 e chi lo ha creato. Stop.
;-)
…inboccaallupo….shhh!
Loredana

Commento di Loredana

grazie, grazie per la presentazione e per le bottiglie stappate!!
vi aspettiamo domani per la performance, così brindiamo!
clarice & cristina

Commento di artsenal63

Veramente un’idea stupenda. Qualcosa di concreto, di reale, qualcosa di vero. Mi piace.

Commento di almaya

pensa che io conosco uno che come teoria ce ne ha una che dice che se un artista è in grado di raccontargli il contemporaneo allora lui lo ascolta, se invece l’è già bello che morto e sepolto allora può starsene nella tomba senza scassare tanto i maroni. per dire lui i classici russi dell’ottocento, nei fossi, li butterebbe.
ecco, secondo me l’ha aperta lui l’Artsenal 63.

Commento di bloggointestinale

Caro, carissimo Bloggo, come non averne il sospetto? La teoria non mi è nuova, come ho fatto a non pensarci prima.
Oibò, che non sia lui il ghost-consultant di Artsenal??

odddiodddiodddioooo…

Commento di 24fotogrammi

dai ragazzi!! non c’è nessun ghost-consultant dietro artsenal63, ma solo le nostre idee, o almeno, quelle residuali dal processo di fusione sinaptica in corso!!
ieri sera è stata una serata spettacolare, fra assenzio ed alambicchi, audio e video performance.
c’era qualcuno? impressioni? ci piacerebbe sapere…

Commento di artsenal63

[…] ideale (nel senso che è prima di essere un luogo è anche un’idea) di cui ho già parlato qui. Il centro polivalente Artsenal63 se ne sta accovacciato tra le vie del centro di Firenze proprio […]

Pingback di Firenze, non solo ‘400 « 24 fotogrammi in 4 parole




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: