24 fotogrammi in 4 parole


I titoli con dentro la pioggia
gennaio 12, 2008, 2:44 pm
Filed under: amore e dintorni, canzoni, libri

Ci sono 289 titoli di film che hanno la parola “rain” nel titolo. Di tutti, in assoluto, nomino film del giorno Prima della pioggia di Milcho Manchevski. Un film raro per bellezza, tecnica, contenuti, fotografia, intensità.

Innumerevoli, poi, i titoli delle canzoni che contengono la parola “rain”. Dalla fin troppo semplice Puprle Rain di Prince a November Rain dei Guns ‘n’ Roses, da Rain dei Beatles a Bob Dylan con A Hard Rain’s Gonna Fall. Ma nomino canzone del giorno Singing in the Rain cantata da Gene Kelly.

E se vi trovaste accanto ad una finestra a leggere La pioggia prima che cada, l’ultimo di Jonathan Coe (lo stesso del bellissimo “La casa del sonno”), avreste una giornata – quasi – sinestetica.

Dietro la pioggia si nasconde un mistero.
Chi lo indovinerà?
Fitta – oggi – mi ipnotizza, sospende i sopetti, ammutolisce i silenzi, si prende cura di me, separandomi. Mi uccide, per farmi rinascere.
La trasmigrazione della mia anima è in atto. Non so – tuttavia – quanto durerà.
Il tempo di un fortunale. E quello che rimarrà di me sarà solo una pozzanghera.
Quello che rimarrà di me sarà migliore di quel che sono adesso.


11 commenti so far
Lascia un commento

da queste parti sembra togliermi il fiato

Commento di p.s.v.

Ci vuole un po’ di sole, cazzo.

Commento di Pepenero

p.s.v. + pepe: è l’inverno a togliere il fiato e sì, ci vorrebbe un po’ di sole. Oggi ce n’è ed è così bello poterne vedere gli effetti!

Commento di 24frames

Con tutta la tecnologia che ci portiamo appresso al giorno d’oggi, non si può più nemmeno fare la classica, refrigerante, corroborante passeggiata tranquilla per beccarsi la pioggia, incuranti di malanni e convenzioni sociali (o almeno l’ultima volta che l’ho fatto ci ho rimesso per distrazione un telefonino e un lettore CD). ^^

Commento di antiblogger

propongo di lasciare a casa gli armamenti tecnologici prima di andare a correre sotto la pioggia. :-)
Mi ricordo di una volta che l’ho fatto con una persona, di correre incurante sotto la pioggia, ma all’epoca di tecnologico non c’era molto di più che il telecomando della tv (lasciato debitamente a casa!:-))

Commento di 24frames

Odio gli ombrelli e, se non è torrenziale, non mi dispiace affatto camminare sotto la pioggia. Lava via i cattivi pensieri…

P.S. se trovi quel diario e ti va, mandami le tue riflessioni sulla strage del Salvemini.
Ciao

Commento di Guizzo

scende la pioggia è di morandi vero? quindi non fa testo

Commento di SdL

Possiamo aprire un capitolo sulel canzonui in italiano che nel titolo hanno la parola pioggia. Scende la pioggia è ok.
Ribatto con: cade la pioggia (negramaro+jovanotti)
:-)

Commento di 24frames

Torno dalla “città della pioggia”… Londra è uno di quei luoghi in cui puoi affezionarti persino alla pioggia sottile, leggera, imprevedibile, che smette senza preavviso, così com’è iniziata, lasciando una luce mozzafiato che accentua i contrasti, taglia gli edifici con ombre nette, gioca con le nuvole che corrono e rincorrono ombrelli e cappelli. Ma per noi, cresciute e cullate dal sole abbagliante del sud, la pioggia finisce con l’essere sempre, inevitabimente, sinonimo di malinconia.

Commento di melanzina

condivido integralmente

Commento di beppegrillo.tv

Prima della pioggia è uno dei miei film preferiti in assoluto.

Commento di Varg




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: